Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito usa cookie di analytics per raccogliere dati in forma aggregata e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Per ulteriori informazioni Clicca qui

Cos'è

La dichiarazione di nascita è la comunicazione obbligatoria, in forma di dichiarazione, della nascita di una persona.

Il padre, la madre o un loro procuratore speciale, il medico, l'ostetrica o persona presente al parto, rispettando l'eventuale volontà della madre di non essere nominata, devono rendere la dichiarazione entro dieci giorni dalla nascita se viene presentata presso il Comune dove è avvenuto il parto, oppure presso il Comune di residenza dei genitori; nel caso in cui i genitori non risiedano nello stesso Comune, salvo diverso accordo tra di loro, la denuncia va presentata presso il Comune di residenza della madre.

La dichiarazione è resa entro tre giorni dalla nascita, se invece è presentata presso la Direzione Sanitaria dell'Ospedale o casa di cura in cui è avvenuta la nascita.
In questo caso sarà cura del Direttore sanitario trasmetterla al Comune nei 10 giorni successivi.

La denuncia della nascita, resa dopo 10 giorni, è tardiva. In questo caso il dichiarante dovrà indicare il motivo del ritardo, che risulterà sull'atto stesso, che verrà poi inviato, in copia integrale, alla Procura della Repubblica competente.

Documenti da presentare

  • Attestazione di nascita fornita al dichiarante dalla Direzione Sanitaria del Centro di nascita o dal medico o dalla ostetrica che ha assistito al parto;
  • Documento di identità.


Casistica

Genitori non sposati che intendano riconoscere il figlio: in questo caso, al momento della denuncia è necessaria la presenza di entrambi i genitori.

Se la madre è nubile deve dichiarare il suo stato libero davanti all'impiegato addetto.

Se la madre è separata legalmente deve dimostrare che sono trascorsi 300 giorni dalla separazione, esibendo copia della stessa o rendendo dichiarazione di fronte all'impiegato addetto.

Se la madre è separata di fatto deve dichiararlo presso l'ufficio che riceve la denuncia.

Avvertenza:
è possibile effettuare anche il pre-riconoscimento del figlio naturale nascituro da parte della sola madre o da parte di entrambi i genitori, previa esibizione del certificato di gravidanza e previo appuntamento.

Il pre-riconoscimento non può essere effettuato dal solo padre.