Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito usa cookie di analytics per raccogliere dati in forma aggregata e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Per ulteriori informazioni Clicca qui

Ex tribune Coni 2Nella mattinata di oggi l’Assessore regionale ai Lavori Pubblici e Tutela del Territorio, Mobilità, Mauro Alessandri e il Sindaco Alberto De Angelis hanno fatto un sopralluogo al cantiere delle ex Tribune Coni per verificare l’andamento dei lavori di riqualificazione dell’area dove sorgerà una palestra a cielo aperto e in riva al lago di Castel Gandolfo.

Qui dove vennero costruite la torre di arrivo e le tribune per assistere alle gare olimpiche di Roma 1960, che si svolsero sul Lago Albano di Castel Gandolfo, sorgerà un campo polivalente, un mini impianto per l’atletica leggera, un’area attrezzata per il fitness e un’area di sosta a verde. E oggi si è "a lavoro con concretezza per ridare ai nostri luoghi nuova vita e nuove funzioni coniugando la loro bonifica e messa in sicurezza con la realizzazione di nuove strutture e servizi più attuali e al passo con l'esigenze delle comunità e dei cittadini”, a dichiarato l’Assessore Alessandri.

Il progetto prevede la riqualificazione ambientale dell’area e in cantiere si sono già svolte le opere di demolizione della torre e dell’edificio adibito a servizio delle tribune e ora si sta lavorando per terminare e concludere tutta la fase di bonifica e il successivo step di riqualificazione e realizzazione delle aree che saranno adibite allo sport inclusivo e all’aria aperta.

Ex tribune Coni 9Al sopralluogo erano presenti anche la Consigliera regionale Michela Di Biase, il Vice Sindaco e Assessore al lavori pubblici, patrimonio e impianti comunali e lago Cristiano Bavaro, l’Assessore alla cultura e sport Francesca Barbacci Ambrogi e la parte tecnica con la direttrice generale Wanda D’Ercole, la direzione lavori e l’impresa.

“Oggi è stata un’emozione entrare in cantiere e poter vedere come quest’area sta prendendo nuova forma grazie al finanziamento della Regione Lazio e grazie al costante impegno dell’Assessore Alessandri, della Consigliera Di Biase sempre attenti alla valorizzazione dei nostri territori. Come doveroso anche il ringraziamento al Coni. È un intervento in un’area storica per Castel Gandolfo, perché qui abbiamo legato per sempre il nome della nostra città alle Olimpiadi di Roma ’60 e sulle tribune siamo stati testimoni di quella bellissima gara che fece conquistare l’argento al nostro concittadino Aldo Dezi e a Francesco La Macchia nella specialità C2. E qui, restituendo questo prezioso bene comune alla cittadinanza, torneremo presto a fare sport nel cuore di una bellissima area verde affacciata sul lago”, ha dichiarato il Sindaco Alberto De Angelis.

Guarda tutte le fotografie e i video