Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito usa cookie di analytics per raccogliere dati in forma aggregata e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Per ulteriori informazioni Clicca qui

A Castel Gandolfo la senatrice Ferrara un evento di sensibilizzazione e prevenzione del cyberbullismo Organizzato dal Comune e dall'Associazione Nazionale Asso. Noi Diciamo No! ONLUS

Convegno cyberbullismoIl 1 ottobre alle ore 17,00 il teatro Petrolini di Castel Gandolfo ospiterà il convegno dedicato alla Legge 71/2017, nata per difendere i ragazzi e le ragazze vittime di episodi di cyberbullismo. "Le parole fanno male più delle botte!", questo il titolo dell'evento organizzato dal sindaco Milvia Monachesi, dall'Associazione Nazionale Asso. Noi Diciamo No! ONLUS e dal consigliere delegato ai servizi sociali Francesca Barbacci Ambrogi, sarà un momento di riflessione, sensibilizzazione e prevenzione di questi atti aggressivi e molesti che purtroppo sfociano in tristissimi episodi di cronaca.

 


L'evento è rivolto ed aperto alla partecipazione dei sindaci, degli istituti scolastici, dei genitori, dei ragazzi e ragazze e dell'associazionismo del territorio al fine di portare tra la cittadinanza le esperienze e le linee guida su come aiutare, genitori, alunni e operatori del settore a mantenere alta l'allerta su questi temi, fornendo strategie utili per arginare i fenomeni che negli ultimi tempi stanno dilagando tra le giovani generazioni.

 

Convegno cyberbullismo


Il convegno si aprirà con il contributo del soprano Maria Cristina Filosofi accompagnata al pianoforte dal maestro Roberto Berti. Al tavolo dei relatori siederanno la Senatrice Elena Ferrara, rappresentante USR Piemonte ufficio 4, che esporrà le finalità e le novità introdotte dalla Legge 71/2017, dedicata al contrasto e alla prevenzione del cyberbullismo, di cui è stata promotrice, Maria Pia Cirolla, presidente dell'Associazione Nazionale Asso. Noi Diciamo No! ONLUS, che da alcuni anni è attiva nel contrasto di questa tematica che sta dilagando tra gli adolescenti, dopo aver condiviso con la Senatrice Ferrara l'esperienza traumatica di un'alunna, appena tredicenne, suicidatasi, dopo essere caduta vittima della trappola della rete.

 


"Il cyberbullismo – commenta il Sindaco Milvia Monachesi - è purtroppo divenuta una tematica molto attuale e presente nella vita degli adolescenti. Per tale motivo è importante che noi tutti, insieme ai docenti e alle famiglie, possiamo avere dalla nostra parte i giusti "anticorpi" per poter riconoscere con tempismo le avvisaglie di possibili episodi di cyberbullismo, essere a conoscenza degli strumenti per affrontarli ed avere contezza dei diritti e doveri per un corretto e responsabile uso del web e del mondo virtuale. Ecco perché dedicare un pomeriggio a riflettere insieme su questa problematica, sarà utile ad avviare un percorso di contrasto del cyberbullismo e di tutela dei nostri cittadini più giovani".

 

"Capire insieme le misure preventive da mettere in atto tra gli adolescenti, giovani nativi digitali, per contrastare possibili atti di cyberbullismo e conoscere le procedure per garantire una navigazione sicura". Come spiega Maria Pia Cirolla, Presidente dell'Associazione Nazionale Asso. Noi Diciamo No! ONLUS. 

 


"Prima di essere Responsabile dell'Associazione come Presidente – continua Cirolla - sono un'insegnante: essere educatori è principalmente azione del cuore, come sosteneva il grande don Bosco! Educare è una nobile arte e come tale spinge ad operare in modo più concreto, efficace ed incisivo in favore degli utenti ovvero dei nostri ragazzi aiutandoli a crescere in modo equilibrato perché siano davvero cittadini digitali responsabili. Sono felice di questo convegno sostenuto dall'Amministrazione Comunale e promosso dalla nostra Associazione la Asso. Noi Diciamo No! Onlus, perché abbiamo a cuore il forte desiderio di sostenere la formazione e la prevenzione sui temi di cui discuteremo insieme, onorandoci della presenza della Senatrice Prof.ssa Elena Ferrara, Prima firmataria della legge 71/2017 su cui stiamo lavorando. Ci auguriamo che questa giornata possa essere ricca di spunti per la riflessione di tutti e da qui possa nascere una vera "rete" nel territorio che sia un aiuto a far navigare sul web con libertà i nostri ragazzi".